Presentazione Iskenderun

CONVENTO DI S. MASSIMILIANO KOLBE

Il lavoro pastorale nella comunità cattolica di Iskenderun (Alessandretta) fu iniziato dai carmelitani scalzi, che nel 1858 iniziarono la costruzione della chiesa dedicata all’Annunciazione della B.V.M.

Presso la parrocchia vennero poi edificate delle scuole gestite dai padri e dalle suore, una tipografia, un dispensario e un campo sportivo. Con il declino della popolazione cattolica si ridusse anche l’attività parrocchiale. Nel 1984 i carmelitani lasciarono la chiesa ai frati cappuccini e nel 1999 cedettero l’amministrazione del complesso scolastico. Restaurato e ingrandito esso diventò la residenza del vicario apostolico dell’Anatolia che nel 2000 si trasferì da Mersin a Iskenderun.

Nel 2003 la cura pastorale nella parrocchia fu affidata ai frati conventuali che vi risiedevano come casa filiale del convento di S. Antonio a Istanbul. Dopo la fondazione della Custodia d’Oriente e di Terra Santa nel 2010 la fraternità a Iskenderun divenne il convento canonicamente eretto e dedicato a S. Massimiliano Kolbe.