Presentazione Buyukdere

La chiesa dedicata alla Natività della B.V.M. a Büyükdere sulla riva del Bosforo e poco distante dal Mar Nero, è la più antica in tutta la Custodia d’Oriente e di Terra Santa.

La presenza dei frati minori conventuali in questo sobborgo di Costantinopoli risale alla fine del ‘700 quando fu istituita una stazione missionaria per la popolazione cattolica di origine anzitutto italiana, maltese e austriaca. Nel 1807 fu eretta canonicamente la parrocchia con il territorio che comprendeva, oltre il villaggio di Büyükdere, anche due succursali sulla costa del Bosforo asiatico: Beykoz e Paşabahçe.

La piccola chiesetta costruita in legno nel 1815 si rivelò presto insufficiente e i frati costruirono una nuova chiesa in muratura, che fu consacrata nel 1866. Data la numerosa colonia cattolica si edificò anche una scuola maschile diretta dai frati e una femminile tenuta dalle suore d’Ivrea. Durante la I guerra mondiale la chiesa fu convertita in bagno turco. Riaperta al culto fu di nuovo ben frequentata specialmente durante l’estate, essendo Büyükdere una meta di villeggiatura e ricreazione. In seguito all’esodo degli stranieri la popolazione cristiana diminuì e le due scuole si dovettero chiudere. La presenza e l’impegno pastorale dei frati vennero ridotti.

Nel 1985 la chiesa e il convento furono affidate al Movimento dei Focolari. Nel 2008 i frati tornarono a Büyükdere e nel 2011 fu eretto il regolare convento.