Custodia d’Oriente e Terra Santa

La presenza francescana nel Medio Oriente ebbe inizio nel 1217 quando frate Elia da Assisi con un piccolo gruppo di frati vennero mandati da San Francesco nella regione ultramarina per fondare dei conventi, soprattutto nella terra santificata dalla presenza di Gesù e Maria. Frate Elia venne nominato “Minister Provinciae Ultramarinae”, territorio che allora si estendeva dall’Egitto fino alla Grecia e dominato quasi tutto dall’Islam.

Nel 1423, in quelle regioni molto lontane, in cui erano stati fondati diversi conventi (soprattutto in Terra Santa) la Provincia Ultramarina venne divisa in due provincie: quella di Terra Santa o Siria e quella di Romània o Grecia. Costantinopoli, centro politico e quanto mai attivo dell’Impero Greco, divenne il centro animatore francescano di quelle regioni.

Nel 1434, il Papa Eugenio IV affidò i Luoghi Santi di Gerusalemme e Siria ai Frati Minori Osservanti, lasciando ai Conventuali i conventi dell’isola di Cipro e di Grecia. Nell’Ordine francescano conventuale, si continuò a nominare il ministro provinciale di Terra Santa fino al 1517, quando l’isola di Cipro venne occupata dai Saraceni, distruggendo qualsiasi presenza cristiana e francescana.

Nel 1469, la Vicaria di Romània e Grecia cambiò nome e venne chiamata “Provincia d’Oriente”. Comprendeva allora i conventi di Turchia e Grecia. E, dal 1959, al nome di “Provincia Orientis”, venne aggiunto “et Terrae Sanctae”, sperando sempre di poter ritornare un giorno nella terra di Gesù.

Dal 1637 molti missionari partirono da Costantinopoli per recarsi in Romania e soprattutto in Moldavia, ove fondarono conventi e centri parrocchiali. Nel 1895 venne costituita la “Provincia di San Giuseppe di Romania” che attualmente, dopo aver ottenuto la libertà dal giogo comunista, è diventata una sorgente vocazionale quanto mai feconda, inviando i suoi frati in diverse realtà dell’Ordine.

Nel secolo scorso, la presenza del nostro Ordine si è estesa in Siria, a Damasco, ove nel 1911 si è aperta una scuola e una chiesa a favore soprattutto degli italiani. Negli anni sessanta, Damasco è stata abbandonata, e dal 1966, l’Ordine è presente in Libano.

Attualmente, la Custodia d’Oriente e Terra Santa comprende i seguenti conventi o presenze in Turchia: Istanbul, Iskenderun, Büyükdere, e in Libano: Sin-el-Fil e Zahlé.

La Custodia è formata da 25 frati provenienti da diversi paesi del mondo: Romania, Polonia, Libano, Italia, Slovenia, Belgio, Nigeria, USA e otto postulanti: uno romeno, quattro libanesi e tre nigeriani.