18 Lug

Bartholomeo I in visita ai frati di Istanbul

Domenica pomeriggio, 4 gennaio 2015, la Comunità di Sant’Antonio di Istanbul ha ricevuto una bellissima sorpresa: alle 14.00, Sua Santità, il Patriarca Ecumenico di Costantinopoli, Bartholomeo I, si è recato alla Basilica di Sant’Antonio.

Ad accoglierlo i Frati della comunità, con il Guardiano, Fra Iulina Pişta e qualche ospite, per il quale è stato possibile essere presente nonostante il breve tempo intercorso dall’annuncio della visita.

L’obiettivo principale della visita del Patriarca era la mostra dal titolo: ‘INCONTRI DELL’AMORE CHE RIMANE’, allestita nel cortile della chiesa, in occasione della visita di Papa Francesco, mostra curata da Fra Martin Kmetec.

La mostra sottolinea tre momenti ecumenici importanti: l’incontro a Gerusalemme tra Papa Paolo VI e Athenagoras I e tra Papa Francesco e Bartholomeo I e quello successivo, a Constantinopoli, tra Papa Francesco e Bartholomeo I.

Alcune foto, elaborate ed esposte con testi e messaggi, sono state prestate dall’archivio del Patriarcato, mentre le ultime sono state realizzate dai fotografi Nicolaos Manginas e Nathalie Ritzman.

Dopo un’attenta visita alla mostra, il Patriarca Bartholomeo si è recato alla Basilica di Sant’Antonio, accompagnato dai frati e dagli ospiti (Fra Ruben Tierrablanca OFM e i membri della comunità dei Focolari). Alla porta della chiesa un gruppo di filippini lo ha accolto con canti natalizi. In chiesa, mentre i chierici rumeni cantavano, il Patriarca ha acceso le candele. Durante la visita al presepe, ha incontrato e benedetto la famiglia che era in attesa di celebrare il battesimo del bambino (la mamma è sorella di Fra Giuseppe Robu).

Il Patriarca Bartholomeo ha benedetto l’icona che ritrae Pietro e Andrea e ha apposto sul retro la sua firma. È poi sceso nella cripta per ammirare i dipinti in stile bizantino.

La visita è terminata con l’incontro con Fra Luigi Iannitto, nel salone del convento.

La mostra celebra momenti importantissimi di dialogo ecumenico, così come la visita del Patriarca Bartholomeo alla comunità di Sant’Antonio sottolinea l’impegno della Custodia d’Oriente e Terra Santa nella stessa direzione.

Va ricordato che, durante il Capitolo, tenutosi l’estate scorsa, la Custodia ha istituito un Centro per il Dialogo.

Anche questo incontro è stato per i Frati carico di messaggi simbolici e rimane a testimonianza della fede nel Verbo Incarnato, che fa sperimentare la Sua gloria e quella del Padre anche vivendo immersi nel mondo islamico.

 

Centro Ecumenico e di Dialogo Interreligioso 

Custodia di Oriente e di Terra Santa

Bartholomeo I In Visita Ai Frati Di Istanbul

Flickr Album Gallery Powered By: WP Frank
18 Lug

Oriente e Terra Santa: capitolo – parte II

Dal 14 al 18 luglio 2014, a Polonezköy (Turchia), si è svolta la seconda parte del Capitolo ordinario della Custodia provinciale di Oriente e Terra Santa.

Erano presenti diciannove capitolari, tra i quali l’Assistente generale CIMP, Fra Joaquín Agesta Cuevas, e il Vicario della provincia rumena, Fra Fabian Iacob.

Fra Joaquín ha introdotto i lavori capitolari con una lectio divina sul testo di 1 Sam 16, 1-13 intorno al tema “Una nuova fraternità, una nuova autorità… riscoperta della sua chiamata”.

Nei gruppi sono state discusse e poi in assemblea votate le mozioni in vista dell’elaborazione del PCQ. Esse riguardano la vita in fraternità e il primato di Dio; il progetto comunitario; la formazione; i cambiamenti e la nuova stesura degli Statuti della Custodia; la creazione di un centro che promuova la valorizzazione del patrimonio della Chiesa in Oriente, e il dialogo ecumenico e interreligioso; la redazione della storia dei Frati Minori Conventuali in Oriente e Terra Santa; la promozione della M.I. in lingua araba; le nuove e antiche presenze.

Poi sono stati eletti: l’esattore-economo custodiale (Fra Iulian Pişta) divenendo ipso facto presidente della commissione per l’Economia e l’Edilizia, i guardiani (Fra Atanazy Sulik per Büyükdere – Fra Maximilian Vereş per Iskenderun – Fra Iulian Pişta per Istanbul – Fra Felician Tamaş per Sin-El-Fil e Fra Iosif-Florin Petrila per Zahle), il maestro dei postulanti nella persona del guardiano di Zahle e i presidenti delle Commissioni (Fra Dominique Mathieu per la Formazione Iniziale e Permanente – Fra Martin Kmeteć per la Pastorale, la Stampa e l’Ecumenismo e il Dialogo Interreligioso).

Al termine della messa in suffragio dei frati defunti che hanno vissuto e lavorato in questa area, Fra César Essayan, Custode provinciale, ha concluso i lavori capitolari. In seguito il Vicario provinciale, Fra Fabian, e quello custodiale, Fra Martin, hanno espresso i loro auguri alla Custodia provinciale e il suo Custode per il prossimo quadriennio.

Fra Dominique Mathieu

Segretario custodiale

 

oriente-02 oriente-03 oriente-05 oriente-06 oriente-07 oriente-09 oriente-10 oriente-11 oriente-12 oriente-14

15 Lug

Capitolo custodiale (I parte)

Nei giorni 27-30 maggio 2014, nella parte asiatica di Istanbul, à Polonezköy, dove i frati curano una piccola comunità parrocchiale polacca, si è svolta la prima parte del Capitolo ordinario della Custodia provinciale di Oriente e Terra Santa, della Provincia di Romania.

Su ventitré capitolari, venti hanno risposto presenti all’appello e tre si sono scusati per motivi di vecchiaia e/o salute.

L’Assemblea dei frati è stata presieduta da Fra Emilian Cătălin, Ministro provinciale della Provincia rumena, e guidata da uno suo definitore, Fra Cristian Blăjuţ, moderatore versato nel diritto.

L’Assistente generale CIMP, Fra Joaquín Agesta Cuevas, ha introdotto il lavoro capitolare con una riflessione sull’importanza che riveste l’adunanza capitolare nella nostra vita in fraternità.

Dopo la lettura dei vari resoconti, la loro discussione in gruppi di lavoro e poi in seduta plenaria, i vocali hanno confermato per un secondo mandato Fra César Essayan. Nato a Beyrouth (Liban) il 15 luglio 1962, Fra César ha emesso la prima professione l’8 settembre 1988, quella solenne il 21 settembre 1991 ed è stato ordinato sacerdote il 17aprile 1993. Il neo-eletto Custode ha professato il credo e pronunciato il giuramento nella chiesa.

Di seguito, nell’aula capitolare, Fra Cristian Blăjuţ presidente della Commissione provinciale per la revisione degli Statuti, ha letto e commentato la bozza degli Statuti della Custodia.

A fine giornata sono stati eletti i membri del Definitorio: sono (in ordine di professione) Fra Martin Kmeteć, Fra Dominique Mathieu, Fra Dariusz Wisniewski e Fra Julian Pişta. Fra Martin Kmeteć ha accettato l’incarico di Vicario custodiale e Fra Dominique Mathieu quello di Segretario.

Prima di chiudere la prima parte del Capitolo, sono stati enumerati i temi prioritari della Custodia sorti dalle discussioni e da approfondire nella seconda parte. Riguardano il primato di Dio, la formazione iniziale e permanente, l’amministrazione dei beni, gli Statuti della Custodia, nuove e antiche presenze, le relazioni con la Provincia madre.

Nella seconda parte del Capitolo della Custodia, che si svolgerà nello stesso luogo dal 14 al 18 luglio prossimo, i temi sopracitati verranno ripresi in vista dell’elaborazione e approvazione del PCQ.

Ai presenti è stato comunicato, prima di congedarsi, che nel suo primo raduno il Definitorio della Custodia ha ammesso Fra Andrew Jeylan Hochstedler alla professione solenne. Egli emetterà i voti il prossimo settembre nella nostra chiesa di Sant’Antonio di Istanbul.

Fra Dominique Mathieu

Segretario del Capitolo

 

DSC_2135 DSC_2249 DSC_2246 DSC_2239 DSC_2204 DSC_2190 DSC_2189 DSC_2170 DSC_2141